Anno: 2014

Ciao, Tobia…

Ieri,  il “biondone” del gruppo “Amici di Igor” ci ha lasciato! Dopo un periodo che ha visto lentamente peggiorare le sue condizioni di salute, per il nostro Tobia è giunto il momento di volare sul Ponte dell’Arcobaleno dove ora, siamo certi, starà “discutendo” con il suo amico/nemico Igor… Tobia è stato un “pezzo” importante degli “Amici di Igor” e quindi vogliamo ricordarlo qui con alcune foto. Un abbraccio a Renzo e Daniela da tutti noi e un’ultima carezza a Toby....

Continua a leggere

Invito accettato!

Vi abbiamo parlato pochi giorni fa di un medico veterinario che, senza tanti complimenti, aveva chiarito con un avviso indubbiamente chiaro e diretto che non si sarebbe prestato a praticare l’eutanasia in casi in cui la stessa non fosse ormai l’unica soluzione possibile. Se volete rileggerVi il nostro post, cliccate qui! Vi avevamo già detto che era nostro desiderio avere con noi al prossimo DPD questo “mitico” veterinario e infatti l’avevamo già contattato e gli avevamo già formalizzato il nostro invito. Bene, ora possiamo dirVi che il Dott. Alessio Giordana ha accettato, e anche volentieri direi, il nostro invito! …e noi ne siamo particolarmente...

Continua a leggere

Veterinario si ribella…

Vogliamo raccontarVi questa vicenda che ci ha colpito così tanto favorevolmente da voler invitare il protagonista di questa “cosa” al prossimo DPD…speriamo che venga! Succede nel milanese. Un veterinario, stanco delle continue richieste di eutanasia verso animali non gravemente malati, ha deciso di ribellarsi. Un cartello esplicito, lasciato fuori dall’ambulatorio da un veterinario, stanco delle diverse richieste di eutanasia nei confronti di animali domestici. (foto: TgCom) “Mi  sono rotto i  coglioni  di  chi  chiede  l’eutanasia  per   il   proprio  animale domestico!” Perchè, purtroppo, Alessio Giordana, il firmatario di questo foglio, ogni giorno deve affrontare richieste di soppressione anche quando l’animale non è gravemente ammalato o incurabile. Per Giordana, la causa principale di queste assurde richieste è l’idiozia di molte persone che sono ancora convinte che l’animale sia una proprietà e non una creatura. Se da una parte aumentano i vegetariani e vegani, se gli animali, che siano essi cani, gatti, coniglietti, cavalli e via dicendo sembrano essere al centro della società moderna, dall’altro persistono gli abbandoni, e non solo in estate, perché l’animale domestico diventa un impedimento a week-end fuori porta, perchè ci si è stufati, perchè più impegnativo di quel che si pensava. E molte, troppe, persone purtroppo sono disposte a pagare per l’eutanasia del proprio animale anche quando perfettamente sano. Alessio Giordana non ci sta, e ha voluto ricordare come la pensa, a modo suo. Un cartello un...

Continua a leggere

Natale a 4 zampe

  Ecco un’altra bella idea dei nostri amici del G.S. Valdinievole Addestramento Cani e Agility Dog! Dopo “Cani in maschera” (marzo 2014) e “AperiBAU” (giugno 2014), hanno pensato a un altro evento sempre benefico e sempre a favore del Canile Hermada. Quindi…che dire? Vi aspettiamo numerosi perché, si sa, più siamo e più ci si...

Continua a leggere

Django, cucciolo fortunato!

Vogliamo renderVi partecipi di una bella storia che è successa a Prato e che ha visto come protagonista un ragazzo di 20 anni che ha dimostrato molto più “cervello” e cuore di tante altre persone. E per questo speriamo che accetti il nostro invito e possa quindi essere nostro ospite al Dog Pride Day 2015! La storia è questa… PRATO. Forse in seguito a un incidente, Django ha perso una zampa e i suoi padroni hanno deciso di sbarazzarsene abbandonandolo davanti ai cancelli del canile “Il rifugio” di Prato. Sono state le volontarie della struttura le prime a prendersi cura di lui: un cucciolo di due mesi e mezzo, che aveva ancora i punti di sutura visibili sulla parte di arto rimasta ferita. Occhi verdi, muso dolce, mantello tricolore e orecchie morbide e abbassate, Django, nome da pistolero su un aspetto da cucciolo indifeso, è riuscito subito a far breccia nel cuore di Filippo Vignolini, 20 anni, da qualche giorno padrone adottivo del cagnolino che a Figline è già diventato una mascotte. «Volevo adottare un cane – racconta il Filippo – la mia intenzione era quella di sceglierne uno tra quelli più anziani ormai destinati a finire i loro giorni in canile perché nessuno li vuole più. Poi però ho visto lui, che era semplicemente stupendo, e l’ho portato a casa, anche se a dir la verità li avrei...

Continua a leggere

Sponsor & Partner